Il Domaine Clarins, un laboratorio a cielo aperto

Il Domaine Clarins è il luogo in cui vengono coltivate le piante selezionate dai Laboratori Clarins per preparare i suoi articoli più preziosi e amati. Un luogo unico e protetto che vanta 10 ettari custoditi a 1.400 metri di altitudine, al cuore delle Alpi francesi. Ma scopriamone di più su questo tesoro di purezza, culla degli estratti da cui nascono le formule Clarins.

Domaine Clarins: un tesoro di purezza

La storia del Domaine Clarins, nato nel 2016, è quella di una visione familiare rivolta alla natura e alle piante in particolare. Era il 1967 quando proprio con le piante delle Alpi, tra cui la genziana, nasceva il Lait Démaquillant. Il fondatore del marchio, Jacques Courtin-Clarins, intuì infatti già allora che l’ambiente incontaminato delle Alpi potesse custodire preziosi attivi, naturalmente efficaci per la pelle.

Questo fu il primo passo verso la creazione di un’impresa responsabilmente impegnata nella protezione dell’ambiente e della biodiversità. Nel 1993, l’incontro di Christian Courtin-Clarins con il Principe Saddrudin Aga Khan e la sua fondazione per l’ambiente concretizzò questo desiderio di preservare le Alpi attraverso una preziosa partnership con Alp Action. Cominciò in questo modo un un sostegno perenne a questa regione da parte di Clarins, ponendo le basi per un progetto straordinario, preservare fauna e flora dei massicci alpini. Scoprite anche il primo laboratorio di Clarins in Cina.

Un modello da seguire

Come conferma lo stesso Christian Courtin-Clarins:

“Ciò che fa la qualità dei prodotti è, prima di tutto, la qualità delle materie prime”.

Il progetto di Clarins, in simbiosi con il ritmo della natura, ha richiesto e continua a richiedere tempo per crescere e svilupparsi. Clarins ha scelto infatti di ispirarsi direttamente alla permacultura, per una produzione virtuosa e di qualità: le piante infatti crescono al ritmo delle stagioni in un suolo incontaminato, in quota e secondo i criteri di coltivazione bio.

Solo i cavalli lavorano la terra, nel rispetto del suolo, nessun materiale meccanico pesante disturba il corso della natura. Da queste condizioni di produzione così attente nascono piante ottimali, altamente “titolate” cioè ricche in attivi di qualità, il meglio al cuore dei trattamenti del brand.

Domaine Clarins: un laboratorio a cielo aperto

Nel 2019 sono state raccolte 20 specie, analizzate poi nei Laboratori Clarins, con non meno di 865 campioni studiati. Il Domaine Clarins è infatti direttamente collegato ai Laboratori di Portoise, una fonte immensa di materie prime di alta qualità. Qui l’eccellenza assoluta degli attivi è garantita da un micro-clima ideale, con le montagne che lo proteggono e un suolo d’eccezione.

Domaine Clarins: la jardin-collection

Una parte del Domaine è chiamata jardin-collection ed è tutta dedicata alla sperimentazione di nuove piante. Così, gli esperti in fito-chimica di Pontoise e Jean-Pierre Nicolas, etnobotanico Clarins, sperimentano e analizzano campioni vegetali per estrarne la quintessenza, con nuove proprietà di bellezza per arricchire i trattamenti. L’essicazione avviene in loco, secondo minuziose e precise tecniche per preservarne la ricchezza in attivi.

A oggi sono tre le formule che beneficiano di attivi derivati da piante del Domaine Clarins: my Clarins, Clarins Men e Clarins. Il Domaine produce una selezione di 20 specie circa, tra selvatiche e coltivate. Ognuna è oggetto di una referenziazione, una raccolta di informazioni, in grado di arricchire l’erbario Clarins, che al momento ha 244 piante attive!

Per il futuro il Domaines potrà estendersi e coinvolgere altre regioni, un futuro però sempre responsabile ed etico, volto a realizzare formule sempre più efficaci nel massimo rispetto della natura che ne è la culla.

#Nature #ClarinsWeCare #DomaineClarins

By | 2021-02-22T17:23:09+01:00 Febbraio 2021|BEAUTY, Skin Care|