Tecnologia

Mini X – Android Tv

Sempre più persone sono desiderose di toccare con mano uno degli ultimi ritrovati della tecnologia: i media player Android, anche se sono molto di più di semplici lettori multimediali, sono veri e propri mini pc Android o Android Tv come vengono chiami sul web. Collegando questi piccoli dispositivi alla propria Televisione per ottenere un piccolo computer che monta su il sistema operativo made Google. Quello che vi presentiamo oggi è il Mini X, l’ultimo arrivato ad accompagnare i suoi già numero fratelli che in poco tempo stanno conquistando, in modo molto silenzioso, il mercato globale.

Passiamo quindi a presentare la sua scheda scheda tecnica per farci un’idea di quale sia la sua reale portata:

  • processore A10 Allwinner ARM Cortex-A8
  • 512MB di RAM
  • 4GB di storage
  •  WiFi 802.11b/g/n
  • 2 porte USB
  • uno slot per schede microSD
  • una porta HDMI (per collegarlo al nostro monitor di casa)

Come già detto, la versione del sistema operativo è Android 2.3 – ma con interfaccia utente personalizzata per lavorare in modo complementare col telecomando ad infrarossi compreso – anche se a livello teorico il processore potrebbe tranquillamente supportare delle distribuzioni linux come Ubuntu.

Ovviamente ha diverse funzioni: quali la possibilità di riprodurre  video HD 1080p in diversi formati, ma non si ferma solo a questo. Permette anche di usufruire della navigazione internet, giocare, visualizzare foto e tanto altro grazie al market Android.
Oltre a tutte queste cose un altro punto di forza di questo device è il design sobrio e compatto, le sue dimensione ammontano solo a  60 x 60 x 13 mm e pesa circa 500 grammi. UN prezzo davvero competitivo che ammonta sui 70 dollari lo rende uno dei migliori acquisti tra i suoi vari concorrenti.

Articoli simili

Razer lancia la smartband Razer Nabu

claudia.dimeglio

hi-Fun: prodotti bluetooth anche in spiaggia!

claudia.dimeglio

Novità Pioneer DJ: cuffie HDJ-X5BT in versione color oro

claudia.dimeglio

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.