News

Luce e gas: come risparmiare sui consumi grazie alle offerte del mercato libero

Si sta avvicinando la conclusione del Servizio di Maggior Tutela, infatti dal primo gennaio 2023 questa opzione sarà abolita e rimarranno soltanto le forniture luce e gas sul mercato libero. 

Si tratta di un’evoluzione importante per imprese e famiglie, infatti grazie alla liberalizzazione del settore è stata promossa una maggiore concorrenza tra gli operatori, per usufruire di offerte energetiche più vantaggiose, un’ampia scelta di soluzioni diverse e un aumento considerevole delle energie rinnovabili.

Oggi è possibile risparmiare su luce e gas con le proposte del mercato libero, tuttavia è fondamentale conoscere i propri consumi per essere in grado di prendere una decisione consapevole. 

Inoltre, è necessario valutare correttamente le varie offerte per l’energia elettrica e il gas, per individuare i servizi più convenienti, facili da gestire e sostenibili dal punto di vista ambientale, per ridurre i costi in bolletta diminuendo anche la carbon footprint della propria casa senza compromettere il comfort abitativo.

Come scegliere l’offerta luce e gas più adatta e conveniente

Proprio le numerose offerte energetiche disponibili sul mercato libero non sempre rendono facile trovare quella più adatta alle proprie necessità. Il servizio ideale deve fornire delle condizioni specifiche, tra cui un prezzo dell’energia vantaggioso, sconti per i nuovi clienti, la gestione online delle bollette e la possibilità di ricevere energia sostenibile per rispettare l’ambiente. L’operatore deve anche garantire costi trasparenti, un efficiente servizio clienti e consentire di personalizzare l’utenza energetica in base alle proprie esigenze.

Tra le soluzioni più apprezzate nel mercato libero ci sono le forniture luce e gas smart e green di Pulsee (sito web: https://pulsee.it), con le quali beneficiare di condizioni particolarmente convenienti e di una gestione 100% digitale tramite app per smartphone o piattaforma web. 

Un aspetto importante riguarda la personalizzazione della fornitura energetica, con la possibilità di scegliere tra diversi servizi aggiuntivi, come la certificazione dei consumi verdi e la condivisione delle bollette con i coinquilini.

Naturalmente, prima di sottoscrivere un’offerta per l’energia elettrica e il gas bisogna sempre valutare alcuni fattori. Per quanto riguarda la luce, si deve valutare in base alle proprie esigenze e abitudini se si ha bisogno di una tariffa bioraria o monoraria, la prima utile per risparmiare quando i consumi elettrici avvengono soprattutto di sera, la mattina presto prima delle 8 e nei weekend. 

La tariffa monoraria, invece, è indicata per le famiglie, che hanno ritmi diversi nel corso della giornata, oppure quando si usa l’energia per almeno il 60-70% durante l’orario diurno dalle 8 alle 19 nei giorni feriali.

Le forniture luce e gas, inoltre, possono essere a prezzo fisso o indicizzato. La tariffa a prezzo fisso prevede un costo per la materia prima che non cambia, in genere per 12 o 24 mesi. 

Il prezzo indicizzato permette di sfruttare le fluttuazioni del costo dell’energia sul mercato, con la possibilità di risparmiare quando il prezzo è più basso. Allo stesso modo, non bisogna trascurare i servizi accessori alla fornitura, ad esempio la garanzia di energia elettrica da fonti 100% green o da biogas certificato, oppure la possibilità di monitorare i consumi tramite app.

Mercato libero dell’energia: quanto si risparmia davvero?

Per calcolare il risparmio esatto per ogni famiglia bisogna effettuare un’analisi accurata di ogni singolo caso, studiando il fabbisogno energetico, i servizi attivati e la convenienza ottenuta con la scelta di una fornitura più adatta alle proprie esigenze di consumo. 

Tuttavia, considerando una famiglia media con un consumo annuale di energia elettrica di 3600 kWh l’anno e di gas di 1400 smc, è evidente come una piccola differenza nel prezzo dell’energia possa garantire un vantaggio economico notevole.

Ad esempio, pagare l’elettricità 0,085 euro/kWh invece di 0,095 euro/kWh assicura un risparmio di oltre 40 euro l’anno, un beneficio che, sommato a quello ottenibile con la fornitura di gas metano e gli altri vantaggi, può aiutare a spendere centinaia di euro in meno ogni anno. Senza dubbio, non bisogna valutare soltanto il costo dell’energia, ma l’intero servizio proposto dall’operatore, affinché la fornitura sia realmente in linea con le proprie abitudini di consumo, semplice da gestire ed eco-friendly.

Tra sconti, prezzi bloccati, ampia scelta di tariffe diverse e servizi aggiuntivi, con le offerte luce e gas del mercato libero si possono tagliare i costi energetici in maniera significativa, oltre a rendere le utenze domestiche più smart e green. 

Non a caso la crescita del mercato libero sta contribuendo all’aumento delle fonti rinnovabili, con un forte sviluppo delle energie verdi avvenuto negli ultimi anni. Si tratta di un’occasione per risparmiare sulle bollette e investire allo stesso tempo nella sostenibilità, per ridurre la propria impronta ecologica e avere più risorse economiche alla fine dell’anno.

Articoli simili

Per il back to school un’interessante promozione: “Shopping con Zuegg e Skipper”

claudia.dimeglio

Righe e squadre per il disegno tecnico da LYRA

claudia.dimeglio

Arrivano per Natale Pixel Photo Frozen e Pixel Photo Princess firmati Quercetti!

claudia.dimeglio

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.