Chantelle produce ora mascherine riutilizzabili

Chantelle si impegna nella lotta contro il Covid-19, riconvertendo le proprie fabbriche e servendosi del suo know how per produrre mascherine tessili di Categoria 1 riutilizzabili, destinate ad uso non sanitario.

Sono 500 000 le mascherine prodotte ogni settimana.

Il 20 marzo sono entrati in contatto con il Comitato Strategico della Filiera Moda e Lusso (CSF) nominato dal Ministero dell’Economia francese che coordina la filiera tessile per la produzione di mascherine di protezione.

Le mascherine Chantelle sono realizzate in tessuto, lavabili e riutilizzabili e sono prodotte con materiali certificati Oeko-Tex100, rispettando le dovute condizioni sanitarie.

Sono state certificate dal DGA (Direction Générale de l’Armément, parte del Ministero della Difesa), in particolare per gli usi propri alla Categoria 1, destinati all’utilizzo professionale per chi è obbligato a stare in contatto regolare con il pubblico.
Hanno una capacità filtrante maggiore del 90% per 3 micron e offrono una traspirabilità maggiore del 96%.

I collaboratori dell’azienda si sono offerti volontariamente di riprendere l’attività, rendendo quindi possibile la produzione delle maschere.

Informazioni tecniche :
Mascherine barriera in tessuto, riutilizzabili, che rispondono ai requisiti del referenziale AFNOR SPEC S76-001:2020 validato dal DGA il 1 aprile 2020.
Categoria 1 – Destinate all’utilizzo professionale in contatto regolare con il pubblico.
Capacità filtrante >90% per particelle di 2 micron.
Permeabilità all’aria > 96 L.m2.s-1 a una depressione di 100 Pa.
Composizione: Strato esterno e a contatto con la pelle: 100 % cotone (tricot circolare) – Strato intermedio: 100 % poliammide — Elastici: 52 % poliammide, 48 % elastan.
Certificazioni: materiali tessili certificati Oeko Tex Standard 100.
Durata di utilizzo: durata limite di 4 ore in una giornata.

Maggiori informazioni sul sito www.chantelle.com

By | 2020-04-16T18:42:41+00:00 aprile 2020|MODA|